Spari fuori dalla moschea di Avignone: otto feriti

0
3

Di otto feriti, tra cui una bambina di 7 anni, è il bilancio causato da una sparatoria avvenuta all’esterno di una moschea ad Avignone, in Francia. Due uomini armati con un fucile ed una pistola avrebbero aperto il fuoco sulla folla, probabilmente per un regolamento di conti. La polizia seguirebbe quindi la pista del movente malavitoso, anche se non è esclusa del tutto la traccia del terrorismo.

Foto LaPresse

AVIGNONE – Ancora paura in Francia. Un commando formato da due uomini, incappucciati e armati con un fucile ed una pistola, ha attaccato un gruppo di persone all’esterno della moschea Arrahma. Il bilancio è di otto feriti, tra i quali una bimba di sette anni.
Questa volta, però, non sembrerebbe che alla base dell’agguato ci sia un movente islamofobico.  Sono passate poche ore dai fatti di Avignone ma la polizia escluderebbe ogni matrice terroristica, concentrandosi su una più probabile faida tra giovani che avrebbe alla base motivi di droga.
Come riporta La Stampa, la procura avrebbe dichiarato che “Dalle prime informazioni, la moschea non sembra essere l’obiettivo, anche se i fatti sono accaduti nella strada dove ha sede, ma non ci sarebbero legami con essa“.

In un primo momento la paura che si trattasse di una ritorsione nei confronti della comunità islamica è stata forte. Non si sarebbe trattato del primo attacco islamofobico ad una moschea, infatti. Due sono i casi più famosi di attacchi ad un luogo sacro islamico avvenuti in Europa. Il primo è datato 2015, quando nella città di Ajaccio un gruppo di uomini avrebbe assaltato una moschea al grido di “fuori i musulmani dal nostro paese“. Il secondo avvenuto quest’anno a Londra, quando un uomo a bordo di un furgone ha investito un gruppo di persone, causando un morto, con lo slogan “ucciderò tutti i musulmani“.

I fatti di Avignone hanno riacceso il dibattito su cosa è terrorismo o su cosa non è: per alcuni, attacchi sporadici alla comunità musulmana non andrebbero catalogati come terroristici ma altresì come azioni isolate di pazzi.

 

-Giamma

Comments

comments