Somministrò cocktail mortale alla madre: medico condannata per aiuto al suicidio

0
3

La Corte d’Assise di Milano ha riqualificato il reato della dottoressa 62enne che preparò un cocktail mortale per sé e per la madre: condannata a 4 anni per aiuto al suicidio.

MILANO- Il pm aveva chiedsto 14 anni per omicidio volontario, ma per la Corte d’Assise si tratta di aiuto al suicidio, sulla stessa scia del caso Cappato, l’uomo che accompagnò Dj Fabo in Svizzera.

Silvia Passotto lo scorso settembre preparò un cocktail letale per se stessa e sua madre, che le avrebbe chiesto di morire. L’anziana morì poco dopo, la dottoressa invece venne ritornata ancora viva insieme ad una lettera: “Non ce la facevo più. Dovevamo farla finita“. Per il pm l’unica concessione furono le attenuanti dovute alla sofferenza e al dolore provati dalla donna.

Dopo 8 mesi di detenzione, il medico potrà uscire dal carcere. Importante è stato il parallelismo fatto dalla difesa tra questo caso è quello di Cappato, per il quale la procura chiede l’archiviazione. “Il diritto alla vita va bilanciato con il diritto alla dignità“, furono le parole dei magistrati.

Ramoso

Comments

comments