Salute e alimentazione: si prospetta un grande successo per FruttAmaMi

0
89

Si è tenuta oggi la conferenza stampa del primo festival naturale dei frutti della natura, FruttAmaMi, che si terrà a Milano il 14 e il 15 Aprile 2018. Anche noi del Superuovo eravamo presenti per scoprire gli obiettivi e il programma di questo evento innovativo.

Si è tenuta oggi, presso il Tim Space di Milano, la conferenza stampa ufficiale di FruttAmaMi, il primo festival dedicato alla natura e ai suoi frutti. Anche noi del Superuovo eravamo presenti e abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con una filosofia diversa da come siamo soliti intenderla, quella filosofia che verrà presentata ad Aprile e su cui nasce FruttAmaMi.

L’evento è stato ideato da Rossella De Focatiis, presidente dell’Associazione Culturale ‘Sapere Academy’ e promosso da ‘Sapere. Il Sapore del Sapere’, progetto coordinato da RDF communication. La finalità di questa iniziativa è quella di stimolare la comunicazione tra professionisti e pubblico al fine di diffondere informazioni attendibili ed utili in merito al rapporto tra alimentazione e salute. Il progetto ha realizzato e partecipato a numerosi eventi tra cui Conferenze e Show Cooking in occasione di Expo 2015, presso il Cluster Cereali e Tuberi ed ha più volte organizzato seminari e lezioni inerenti all’ambito della salute psico-fisica.

Rossella De Focatiis, ha dato inizio alla conferenza spiegando come il festival celebrerà tutti i frutti della terra, non solo frutta e verdura, bensì anche tutte le altre ricchezze di cui abbonda il nostro pianeta. “C’é molta confusione in merito all’alimentazione e il nostro obiettivo è quello di fare chiarezza e confrontarsi” spiega.

‘Alimenta l’amore per la vita’ è il vero messaggio del festival, e sottintende la necessità di nutrire un pianeta che, ora più che mai, ha bisogno di attenzione.

Anche Fiorello Cortiana, presidente di ‘Lombardia Sostenibile’ si è dichiarato preoccupato nei confronti di un atteggiamento assertivo che molti tendono ad avere nei confronti dell’alimentazione – causato dalla piaga della disinformazione – e ha sostenuto dunque la necessità di dare finalmente la parola ai professionisti. Abbiamo delle responsabilità verso noi stessi e la Terra, FruttAmaMi sarà un’occasione per contribuire a portarle a termine.

Gianluigi Zaffaroni, presidente del Sindacato provinciale Dettaglianti ortofrutticoli di Milano ha spiegato la sua filosofia, secondo la quale non è la produttività ad essere importante ma la qualità del prodotto, ovvero il come si arriva al frutto, non l’arrivarci in sè – concetto sostenuto anche da Claudio Salluzzo, coordinatore della ‘Filiera agroalimentare’ di Confcommercio.

Ha poi espresso il suo parere Pietro Leemann, Ambassador dell’evento e chef del primo ristorante veg stellato in Europa – il Joia di Milano – che spiega: “Serve una messa in pratica dei concetti astratti che vengono divulgati, ma per farlo occorre crederci davvero”e FruttAmaMi sarà l’occasione adatta per iniziare a farlo.

Michele Riefoli, esperto in alimentazione e componente del Comitato Scientifico dell’Associazione Vegani Italiani, ha fatto notare come negli ultimi anni sia aumentata la sensibilità nei confronti dei diritti della Terra. La confusione che percepiamo dovuta agli innumerevoli regimi alimentari nati da poco e tutti caratterizzati da regole ed etiche particolari, altro non è che il risultato della diversità tra individui: ognuno è unico e non può che mettere in atto ciò che apprende in modo differente.

Dopo un breve intervento di Osvaldo De Falco, fondatore di Biofarm, ha preso la parola anche Marco Missaglia, medico nutrizionista che ha spiegato che la vera chiave per la salute sta nella giusta qualità e quantità di cibo e attività fisica. Creare consapevolezza al fine di ottenere un corretto approccio nei confronti del cibo e diffondere una cultura della nutrizione è fondamentale per far sì che si impari a discernere i vantaggi dagli svantaggi dei vari comportamenti alimentari.

Spesso la medicina dedica poca attenzione all’alimentazione, che risulta quasi di minore rilievo rispetto al resto, ma che in realtà in molti casi è una parte fondamentale nel trattamento della salute dei pazienti.

Il Maestro Tetsugen, del Monastero Zen ‘Il Cerchio’, ha affrontato invece il tema della spiritualità, raccontando come lo Zen veda la cucina come punto focale della pratica spirituale: “Diventiamo quello che mangiamo ma soprattutto come lo mangiamo.”

Piergiorgio Spaggiari, esponente della ‘Medicina quantistica’ è intervenuto portando altre fonti scientifiche e spiegando che l’Epigenetica ha da tempo scoperto che i nostri geni vengono modificati dalle condizioni ambientali, responsabili spesso dell’insorgenza di varie patologie. Analizzare l’alimentazione anche dal punto di vista biofisico sarebbe quindi molto importante.

Molti altri partner e sponsor hanno avuto la parola durante l’incontro e hanno potuto esprimere il loro punto di vista, le loro idee e presentare le loro iniziative. Tra questi Fabio Campana, agronomo e direttore tecnico di ‘Orto Comune Niguarda’, Luca Carughi, ideatore di Green Food Km Zero e OrtoTube, Annamatilde Baiano di Cibo Crudo, Marzia Riva, personal chef e food blogger, la cantautrice Marquica, Caterina Cammarata di Share’ngo, Antonella di Leo di Wise Society, Raffaella Scortichini di Crudo Style, Claudio Monteverdi e Diana Cordara da ‘Benessere Corpo e Mente’.

FruttAmaMi sarà dunque un festival in cui molte ideologie si confronteranno, in cui diversi mondi dell’alimentazione verranno a contatto, ma tutti con lo stesso obiettivo: informare il pubblico.

In programma ci sono già tante degustazioni, dibattiti, esposizioni, e soprattutto incontri, tra cui quelli con Thomas Torelli, Luca Ferrante e Colin Campbell.

A questo punto non resta che aspettare Aprile 2018 e per i più impazienti non mancherà qualche evento ‘Aspettando FruttAmaMi’.

Martyn Acrux

Comments

comments