L’obsolescenza del colosso Apple

0
168
La felicità

Dopo anni di consolidamento della posizione primaria tra i telefoni cellulari più diffusi il colosso Apple è costretto a fronteggiare il problema “obsolescenza programmata”.

Risultati immagini per obsolescenza programmata

Tutto sulla terra ha un ciclo vitale, a partire dagli esseri umani arrivando a considerare il parto più geniale della stessa mente umana, la tecnologia e i device che ne sono derivati nel corso del tempo. Perché il così detto invecchiamento degli elettrodomestici inizia nel lontano 1923 quando il Cartello Phoebus decide di limitare in occidente la vita delle lampadine a solo 1.000 ore di esercizio, e si evolve nel corso della storia.

Risultati immagini per obsolescenza programmata

Successivamente fu il designer Brook Stevens a rielaborare il concetto esplicando quanto l’obsolescenza non fosse programmata solo in termini di semplice “consumismo” ma anche e soprattutto considerando i vantaggi della progressiva evoluzione, e quindi la necessità di adattarsi al nuovo corso evolutivo dei dispositivi telematici.

L’obsolescenza pianificata tuttavia è la causa di un surplus di rifiuti e quindi dei consistenti danni ambientali dovuti allo smaltimento obbligatorio delle risorse sfruttate dal consumatore, aggiornate e poi successivamente abbandonate in un ciclo periodico ed estremamente dannoso per l’ambiente , soprattutto nei paesi in via di sviluppo dell’Africa, resi un vero e proprio deposito d’esportazione dei rifiuti tossici.

Risultati immagini per obsolescenza programmata

In Francia l’obsolescenza artificiale è riconosciuta come reato e la legge Hamon approvata per la tutela dei consumatori nel recente 2015, stabilisce punizioni esemplari e multe per i rispettivi dirigenti e multinazionali, ed è proprio nel terriotrio transalpino che la giustizia è decisa a far luce sulle indiscrezioni che colpiscono la “mela di Steve Jobs” e vedrebbero la società aver volontariamente diminuito la funzionalità dei prodotti più vecchi per favorire il marketing e la vendita delle ultime generazioni di smartphones , sebbene nel corso degli anni le variazioni all’interno del sistema IOS siano sempre meno nette e i telefoni cellulari offrano e garantiscano la stessa manualità e concretezza in termini di servizi.

“Baratterei tutta la mia tecnologia per una serata con Socrate”, disse Steve Jobs durante un’intervista, perché la tecnologia e la ricchezza che è derivata da quest’ultima ha compromesso un percorso di crescita nell’uomo dal punto di vista  morale, sempre troppo chino sul proprio schermo digitale che impegnato a rendersi conto di cosa lo circonda realmente…

 

 

Comments

comments